useridguestuseridguestuseridguestERRORuseridguestuseridguestuseridguestuseridguest
Fond00 Introduzione
The charters of this fond will be available soon.
Introduzione

L’Archivio di Stato di Bari conserva nella Sezione diplomatica numerose raccolte membranacee, per un totale di oltre 1500 pezzi, che coprono un arco cronologico compreso tra la fine dell’XI secolo e la prima metà del XIX. In questo archivio digitale ora l’Istituto archivistico mette a disposizione online una parte del fondo pergamenaceo, ad esclusione del Tabulario diplomatico (pergg. 1318, sec. XII-1834), in parte già schedato e inventariato, ma non completamente restaurato e ancora in fase di lavorazione.

L'archivio digitale dell’Archivio di Stato di Bari in Monasterium.net è nato a partire dall’interesse per il Progetto Monasterium, manifestato già nel 2012 e poi formalizzato nel dicembre 2013 con una convenzione tra l’Archivio di Stato di Bari, aderente al Consorzio Monasterium, e l’International Centre for Archival Research (ICARus) costituente la piattaforma istituzionale del Progetto Monasterium. Tale accordo prevede la digitalizzazione del patrimonio pergamenaceo dell’Istituto e la pubblicazione di dati e materiali documentari sul sito internet, per “promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica del patrimonio stesso” e, in particolarmodo, per mettere gratuitamente a disposizione degli studiosi di tutto il mondo fonti e documenti storici del Mezzogiorno d’Italia, consentendo una consultazione rapida, scientifica e il più possibile completa.

L’archivio digitale dell’Archivio di Stato di Bari in Monasterium.net è stato realizzato nell’ambito delle attività del progetto ENArC – European Network on Archival Cooperation (1-11-2010/30-04-2015), attivato con il supporto del programma Cultura 2007 – 2013 dell’Unione Europea, in cui è coinvolto il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli studi di Napoli Federico II. Le attività del progetto sono coordinate dalla prof.ssa Antonella Ambrosio.

In questa prima fase del lavoro sono stati selezionati fondi, che, per quanto esigui rispetto alla consistenza e alla rilevanza totale del patrimonio membranaceo, tuttavia presentano il vantaggio di essere restaurati e corredati di metadati completi che, anche se non inseriti in questa prima pubblicazione, potranno, si spera quanto prima, entrare ad arricchire l’offerta di informazioni digitali.

In particolare, per l’Archivio di Stato di Bari, Carmela Desantis ha curato la compilazione dei dati correlati ai documenti e la struttura dell’archivio digitale; Pierangelo Carusi e Antonella Savino hanno effettuato la digitalizzazione delle pergamene, sostenuta finanziariamente dalla medesima Università Federico II di Napoli, nell’ambito del progetto ENArC.

Antonella Ambrosio e Maria Rosaria Falcone, per Monasterium Italia, hanno coordinato le operazioni necessarie alla realizzazione dell’archivio digitale.

Sono attualmente disponibili online i seguenti fondi:

Appendice del Tabulario diplomatico
Pergamene Faenza di Modugno
Pergamene de Gemmis
Pergamene Giuliani
Pergamene Lupis
Miscellanea
Pergamene Nitti: Monastero San Giacomo di Bari: strumenti notarili e diplomi